IL PUNTO DEL LUNEDI' - DI CARO: "E' ora di fare pace" - CROSETTI: "Il Porto? Se la Roma non fosse la Roma..."

11/02/2019 alle 08:46.
punto_lunedi-3

LAROMA24.IT - Corsa alla che entra nel vivo. Il Milan risponde ai successi di Roma e Lazio e nella lotta si iscrive a pieno titolo anche l'Atalanta. E intanto torna la : la Roma domani aprirà l'andata degli ottavi di finale con la prima sfida con un Porto che deve fare i conti con assenze pesanti. L'occasione per dare un colpo di spugna dopo il 7-1 di Firenze che è ancora una ferita aperta.



Ecco i commenti di alcuni degli opinionisti più importanti della stampa, pubblicati sulle colonne dei quotidiani oggi in edicola


CORRIERE DELLA SERA (P. DI CARO)

Non delle polemiche abbiamo bisogno, non degli osanna, non dei cori irridenti o delle esultanze ambigue. Non ci servono i cattivi ma nemmeno i buoni maestri, che non è una scuola di vita, non ci sono lezioni da prendere o impartire. Forse è arrivato il tempo di togliere pesi e parole e ricominciare a fare le cose semplici. In campo e fuori, dove la tensione è salita oltre il livello di guardia mettendo a rischio perfino il rapporto d’amore tra la Roma e i suoi tifosi. È tempo di fare pace, perché una stagione travagliata può capitare, ma tutto è ancora troppo aperto per buttarla e buttarsi via.

Non sapremo mai cosa è davvero successo nei giorni del post-. Quali chiarimenti ci siano stati, quali rassicurazioni forse siano arrivate a un gruppo che pareva allo sbando. Ma la Roma che ha giocato per vincere contro il Milan, andandoci vicino, e che ha fatto in pieno e serenamente il suo dovere a Verona merita che le si conceda, ancora una volta, la nostra passione.



LA REPUBBLICA (M. CROSETTI)

Mentre la ritrova la  corsa, ultimamente appesantita dal carico atletico dell’inverno, tutte le altre vincono fuorché il , che essendo la meno lontana dai bianconeri era l’unica a doverlo fare. Troppi gol sbagliati a Firenze da mezzo metro, Milik in panchina e Mertens sfasato, così  la torna a più 11 e meno male che tornano anche le Coppe per svagarci da qui a  giugno. Domani è già per la Roma contro il Porto, che dicono in grave flessione: se la Roma non fosse la Roma potrebbe stare tranquilla, invece c’è quella corda pazza che ogni tanto si mette a girare.


IL GIORNALE (T. DAMASCELLI)

Il gruppetto delle aspiranti all’Europa che conta, è compatto: Milan, Lazio, Roma e Atalanta viaggiano con uguali pretese, stessi risultati e diversi comportamenti, mentre si è ripresa, finalmente, l’. Nonostante la vittoria meritata a Parma, Luciano è riuscito nell’impresa di rovinare la festicciola ammonendo, davanti alle telecamere e ai microfoni, i dirigenti della società sul contratto di Icardi. Devono svegliarsi e lui sa come si fa. Roba da matti. Roba da . Ma non è il caso di stupirsi più di tanto. E’ storia vecchia, l’ saprà superare anche questo.


IL MESSAGGERO (M. CAPUTI)

Il calcio riesce sempre e comunque ad appassionarci, come conferma il nostro campionato. A uno scudetto che sembra già archiviato, fa da contraltare un appassionante lotta . Da giovedì a ieri sera tutte le pretendenti hanno vinto e ora, a rendere più intricata la situazione, tornano le emozioni e le fatiche delle coppe europee. Conterà, allora, giocare bene o ottenere un risultato positivo?