Julio Sergio, Doni, Mirante: il ballo dei «debuttanti»

11/02/2019 alle 08:22.
viktoria-plzen-vs-roma-uefa-champions-league-3

Non sarà un esordio assoluto nella competizione: era stato in campo anche a Plzen, nell’ultima gara del girone, contro il Viktoria. L'appuntamento di domani sera contro il Porto, andata degli ottavi di finale di Champions League, sarà invece la più importante della lunga carriera di Antonio Mirante. A quasi 36 anni, a meno di un clamoroso recupero da parte di Robin Olsen, disputerà un match da far tremare le gambe.

Nella storia della Roma tanti i precedenti di portieri gettati nella mischia all’improvviso. Ad esempio, Angelo Peruzzi, che a 17 anni subentrò in un Milan-Roma del 1987 al Meazza a Franco Tancredi, colpito da un petardo lanciato dai tifosi rossoneri. Sentì molto la pressione Patrizio Fimiani, che da terzo portiere fu costretto a giocare la doppia finale di Coppa Italia 1993 contro il Torino: la Roma fu sconfitta 3-0 all’andata e al ritorno sfiorò l’impresa vincendo 5-2. Esordi da brivido anche per Julio Sergio, che Spalletti spedì in campo in un Roma-Juve 1-3 (30 agosto 2009), e per Alexander Doni, che nel 2005 fece la sua prima in un derby terminato 1-1.

(corsera)