Striscione choc, sale la paura

26/01/2020 alle 09:30.
ephwyczwkaaizrb

IL TEMPO (M. VITELLI) - La capitale si prepara ad un derby ad alta tensione. Lo striscione affisso da alcuni tifosi laziali nella notte di venerdì fuori dal centro sportivo della Roma a Trigoria ha inasprito una situazione già critica. "Zaniolo come Rocca... Zoppo de Roma", il messaggio di cattivo gusto dedicato al centrocampista giallorosso alle prese con l'infortunio al ginocchio destro. Purtroppo l'episodio è solo l'ultimo di una serie che in passato ha visto entrambi i fronti tristemente protagonisti. Questo «messaggio» poi, ricorda molto da vicino un altro che venne mostrato allo stadio il giorno del drammatico derby nel quale perse la vita Vincenzo Paparelli. Era il 1979, sono passati quarantuno anni e le cose non sembrano granché migliorate. «Mi fate schifo non in quanto laziali ma come esseri umani», la dura ma comprensibile replica della figlia di Rocca. Zaniolo, invece (ormai vittima preferita della Curva Nord anche con cori po-co lusinghieri nei confronti della madre), ha preferito evitare di esacerbare gli animi, limitandosi a ringraziare i quasi 1500 supporter giallorossi accorsi a Trigoria ieri mattina per rincuorarlo ed incoraggiare la squadra. Il folto gruppo ha incontrato i giocatori al termine dell'allenamento, chiedendo loro di vincere il derby anche per Nicolò come scritto su uno striscione.

«Non può essere stato un tifoso a fare quella scritta - ha invece commentato mister Fonseca riguardo l'iniziativa dei laziali - è inaccettabile». Intanto le forze dell'ordine sono a lavoro per assicurare la sicurezza prima e dopo il match ai quasi 60mila spettatori che si recheranno oggi all'olimpico. Fin dalla mattina, grande dispiegamento di uomini, con circa duemila unità tra polizia e carabinieri. In più, a vigilare la zona ci saranno anche novecento steward della Roma. L'impianto sarà aperto al pubblico alle 15.30, ma non è escluso un anticipo nel caso di forte afflusso. Come ormai accade per consuetudine, i tifosi della Roma sono stati invitati dalla Questura ad avvicinarsi allo stadio convergendo dalla zona di ponte d'Duca d'Aosta e ponte Parco della Musica, mentre a quelli laziali è stato chiesto di arrivare dalla parte di ponte Milvio. Dalle 13, previsto lo sgombero dei veicoli in sosta nel quadrilatero compreso tra lo stadio, il lungotevere Maresciallo Diaz, via Antonino di San Giuliano e via Macchia della Farnesina. Dalle 15 alle 20 poi, in tutta l'area adiacente l'olimpico sarà vietato vendere per asporto bottiglie o contenitori in vetro, ad eccezione di generi di prima necessità. Grande attenzione anche sul fenomeno del bagarinaggio, per contrastare il quale sarà presente una task force composta da agenti della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale. Tra le tante preoccupazioni, una nota positiva arriva dalla società giallorossa, che proprio oggi lancia una nuova iniziativa denominata «Easy Mobility». Il progetto prevede la messa a disposizione dei tifosi di bus, biciclette e auto elettriche per favorire il raggiungimento dello stadio.