Striscioni, Esposito (Questore Roma): "Sono gesti isolati, ma nessuno scrupolo con chi li ha firmati"

29/01/2020 alle 09:31.
whatsapp-image-2020-01-26-at-16-20-58

GASPORT - Intervistato dal quotidiano sportivo, il questore di Roma Carmine Esposito ha commentato il weekend scorso all'insegna di alcuni striscioni con parole di violenza e odio, che hanno visto protagonista anche il giallorosso Nicolò Zaniolo. Uno stralcio delle sue dichiarazioni:

Un derby senza incidenti, ma c’è la follia di questi striscioni vergognosi. Come affrontarla?
«Nella vita non c’è una soluzione toccasana per tutto e per tutti. Voglio dire che si deve agire a vari livelli. C’è un problema di sottocultura dello sport. È assurdo che in questa stessa parola, sport, ci sia la commossa emozione trasversale che in tutto il mondo si sta provando per la morte di Kobe Bryant, e quegli striscioni assurdi».

[...]

Il problema, però, è fuori dallo stadio.
«E noi su questo non ci facciamo scrupoli. Nulla sarà lasciato intentato per arrivare ai responsabili. Sono convinto che si tratti di gesti isolati, la stragrande maggioranza della tifoseria è lontana da quelle scritte. E poi c’è una cosa importante che riguarda le società».

[...]